Tifo Granata
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Ilic: “Mi piace tutto del Toro. Juric? E’ uno che vive di calcio”

Il centrocampista serbo si racconta ed esalta il mondo granata tra Filadelfia e allenatore

Ai microfoni di Torino Channel è intervenuto Ivan Ilic, uno degli ultimi arrivati a gennaio. A Roma contro la Lazio è arrivato il primo gol, ora vuole continuare la sua crescita. Queste le parole del centrocampista al canale ufficiale del club:

 

GLI INIZI – Quando ero bambino giocavo con gli amici e con mio fratello, abbiamo fatto tennis, calcio, pallacanestro. C’era un ragazzo, quando avevo 11-12 anni, che mi chiese di provare a giocare a pallone. Ho cominciato così, ora sono qui. Pratico anche il basket, ma il calcio mi piace di più e giocavo tutti i giorni.

 

TRA STELLA ROSSA E CITY – E’ una grande squadra in Serbia, tutti i ragazzi che iniziano a giocare a calcio e a basket sognano di arrivare in questo club. E’ un sogno anche solo vedere quello stadio. Ho esordito a 16 anni e 15 giorni, sono stato il più giovane esordiente di sempre. Il record durava da quasi quarant’anni. In Inghilterra è stato difficile, ero un ragazzino che voleva solo giocare a calcio. Sono andato anche in Olanda con mio fratello, giocavamo insieme ma è stato difficile cambiare paese. E’ stata comunque una bella esperienza.

 

PUNTO DI FORZA – Secondo me i passaggi. Mi piacciono quelli forti, è un qualcosa che so di avere. Il talento esiste, ma se vuoi essere un grande calciatore devi lavorare tanto. Ora mi alleno tanto su tutto, ogni giorno si possono imparare nuove cose ed è un concetto che penso sempre.

 

IDOLI – Con mio fratello siamo cresciuti insieme con il vecchio Barcellona: ci piaceva tanto il tiki-taka. Ne ho cambiati tanti, Ronaldinho per me è sempre stato un grande calciatore. Era sempre quando giocava, per me era la cosa più incredibile.

 

JURIC – E’ una persona che vive il calcio, si vede tutti i giorni. Ci vuole tutto per lui, vuole che cresciamo e vuole il meglio per noi calciatori. Sono venuto qui perché sapevo che posso crescere tanto, si può davvero migliorare anche con un mister che crede tanto nei più giovani.

 

GLI ALTRI SERBI – Parlavo con Radonjic, mi diceva di venire qui per giocare insieme e fare le battaglie fianco a fianco. E’ bello quando c’è qualcuno che conosci da tanto tempo come Rado o come Vanja.

 

SUL TORO – Mi piace tutto, dalla città ai tifosi allo stadio. Fa effetto allenarsi in mezzo alla città, a Verona bisognava fare un po’ di strada: quando è tutto in città diventa più facile ed è meglio.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Articoli correlati

L'iniziativa del club granata in vista della sfida interna contro il Bologna: si cerca la...
Il 24 aprile del 1949 il Torino pareggia 1-1 a Bari e il capitano realizza...
Il centrocampista ha scontato la squalifica dopo il "giallo" subito nel derby e contro l'Inter...

Dal Network

Altre notizie

Tifo Granata