Tifo Granata
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Inaugurato Parco Mazzola! Cairo: “E’ dedicato a tutto il Grande Torino”

Scoperta la targa per il parco dedicato al capitano degli Invincibili

A pochi passi dallo stadio Filadelfia e dall’Olimpico Grande Torino, in piazza Galimberti, è stato inaugurato Parco Valentino Mazzola. Un migliaio i tifosi presente alla celebrazione, questi gli interventi dei protagonisti:

 

Stella Mazzola (nipote Mazzola): “E’ un po’ come unire la città di Torino alla storia del calcio. Conosciamo le sue doti calcistiche e umane, auguro che siano di esempio ai giovani che frequenteranno questo luogo. Ringrazio i fratelli granata per aver tenuto vivo il ricordo dei nostri campioni”.

 

Urbano Cairo: “Giornata bella ma anche di tristezza. Ma se 74 anni siamo qui a ricordare il Grande Torino, è perché hanno fatto qualcosa di grande. Ringrazio sindaco e istituzioni per aver dedicato un parco così importante a Mazzola: rappresentando il Grande Torino, è dedicato a lui e a tutta la squadra. Il 26 gennaio 2019 per i cent’anni dalla nascita di Mazzola facemmo triangolare al Fila con le giovanili di toro, Venezia e Inter. A un certo punto, con la maglia del Toro e con il 10, c’era un giovane ragazzino che era pro nipote di Valentino Mazzola, suo omonimo. Era una bella giornata, di unione e partecipazione anche con Pulici e gli altri eroi del 76. Non ho visto giocare Mazzola se non nei filmati, ma mia mamma era del ‘33 ed era tifosa di Valentino: mi ha raccontato tante cose su di lui, erano le favole per addormentarmi. Con il Vicenza fece tripletta in due minuti, quasi non ci credevo…un’altra volta Bacigalupo venne espulso, Mazzola andò in porta e salvo il risultato contro il Genoa. Antonello Piroso ha fatto una piece teatrale e mi raccontava che Mazzola al provino al Toro lo fede a piedi scalzi, ma colpi lo stesso. La memoria di Valentino e di tutto il Grande Torino è ancora viva. Il Comune ha pensato di dedicare questo parco in una parte di città vicino al Fila e allo stadio, è una cosa bellissima. Valentino è stato un grande uomo, volle andare fortemente a giocare a Lisbona per aiutare il capitano del Benfica che era suo amico. Era una persona di grande cuore. È un’unione tra la città del Torino e il calcio. Viva il Toro, viva il Grande Torino e viva Valentino Mazzola”

 

Stefano Lo Russo (sindaco di Torino): “La toponomastica è importante per una città. C’è significato simbolico, viviamo anche per chi verrà dopo di noi. La città votò all’unanimità questa proposta. Mazzola era capitano di una squadra che ha attraversato la guerra e si allenava sotto le bombe, capotavano cose molto brutte. Rappresentavano un modello di rinascita per questa città, è questo il messaggio del Grande Torino: non mollare mai, orgoglio di una maglia che era oltre una squadra ma una dimensione di rinascita di un paese. Le foto dei funerali testimoniano cosa fu quella giornata e vede la città di Torino, una città capace di affrontare una tragedia come la guerra e costruire presente e futuro attraverso sacrificio e lavoro. Il Grande Torino aveva fenomeni del calcio, ma era una squadra operaia nel senso nobile del termine: poche primedonne, tanti protagonisti, e faceva del sacrificio un motivo di successo. Per questo la città ricorda in questo giorno simbolico. Oggi saremo a Superga a ricordare i caduti.

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Articoli correlati

L'iniziativa del club granata in vista della sfida interna contro il Bologna: si cerca la...
Il 24 aprile del 1949 il Torino pareggia 1-1 a Bari e il capitano realizza...
Il centrocampista ha scontato la squalifica dopo il "giallo" subito nel derby e contro l'Inter...

Dal Network

Altre notizie

Tifo Granata